Il Festival della Mente è il primo festival europeo dedicato alla creatività e ai processi creativi.
Si svolge a Sarzana a fine estate con la direzione scientifica di Gustavo Pietropolli Charmet e la direzione artistica di Benedetta Marietti.
Il festival è promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia e dal Comune di Sarzana.
Tre giornate in cui relatori italiani e internazionali propongono incontri, letture, spettacoli, laboratori e momenti di approfondimento culturale, indagando i cambiamenti, le energie e le speranze della società di oggi, rivolgendosi con un linguaggio accessibile al pubblico ampio e intergenerazionale che è la vera anima del festival.
Il programma prevede una sezione per bambini e ragazzi realizzata con il contributo di Carispezia-Gruppo Cariparma Crédit Agricole e curata da Chicca Gagliardo.

Insostituibile è l’apporto dei giovani volontari – ogni anno oltre cinquecento – che contribuiscono a creare il clima di accoglienza e condivisione che da sempre contraddistingue il Festival della Mente.
Il Festival della Mente è stato diretto dal 2004 al 2007 da Giulia Cogoli e Raffaele Cardone; dal 2008 al 2013 da Giulia Cogoli.

Per informazioni: www.festivaldellamente.it

L’’edizione del 2015 ospiterà i tre chef stellati. 4 giorni con oltre 200 eventi e un ricco programma di regate, esibizioni di barche storiche, visite ai bastimenti, mostre tematiche, spettacoli, musica e gastronomia.

Il cibo e l’alimentazione sono temi centrali di Expo e saranno anche i cardini della Festa della Marineria, in programma dal 27 al 30 agosto. E allora chi, meglio di Carlo Cracco potrebbe essere il protagonista dello show cooking che aprirà il festival? L’ufficialità, a 99 giorni dall’inizio dell’evento, non c’è ancora, ma i contatti per portare il giudice di Masterchef e severo titolare della versione italiana di Hell’s kitchen in riva al golfo sono imbastite da tempo e i prossimi giorni dovrebbero essere quelli buoni per l’intesa definitiva. Cracco, prima ancora che un personaggio televisivo è uno dei più apprezzati chef italiani, capace di ottenere due stelle Michelin quando era al comando della cucina dell’Enoteca Pinchiorri di Firenze. Ma lo chef veneto è l’unico volto noto al grande pubblico che gli organizzatori della Festa stanno cercando di convincere ad impreziosire lo spettacolo e le proposte enogastronomiche della biennale dedicata alla città e al suo rapporto col mare.

In lizza per rendere più gustoso il programma della Festa della Marineria c’è infatti anche Gabriele Rubini, alias Chef Rubio, altro personaggio televisivo di spicco nel settore culinario, grazie a programmi come Unti e bisunti e I re della griglia. Rubini, ex rugbista, buca l’obiettivo con il suo stile eclettico e la sua esibizione sarà certamente uno dei momenti con maggiore seguito dell’intero programma della manifestazione. A completare la terna dei grandi nomi della cucina ci sarebbe potuto essere poi un colosso della gastronomia italiana e mondiale, ovvero Massimo Bottura, che di stelle Michelin ne ha ottenute tre lavorando nell’Osteria Francescana, il ristorante modenese che ha rilevato nel 1995. Esperto nella cucina molecolare e appassionato di rivisitazioni dei piatti e delle materie prime tradizionali, per il secondo anno consecutivo si è piazzato con il suo locale al terzo posto al mondo nella classifica dei The World’s 50 Best Restaurants Awards 2014. Bottura, però, non sarà della partita, per impossibilità di partecipare alla quattro giorni della Marineria. Con questi nomi, il programma della Festa della Marineria si trasformerebbe facilmente in un menù da leccarsi i baffi.

Fonte: www.cittadellaspezia.it

Info: www.festadellamarineria.com