18 Mag 2015
18 maggio, 2015

Parole di giustizia 2015

Last Minute

Partecipazione e rappresentanza al tempo della crisi

L‘uguaglianza delle persone, la tutela dei diritti di tutti, la capacità di sintesi tra culture diverse sono il banco di prova delle democrazie contemporanee. Ciò sta scritto nelle costituzioni del Novecento ma spesso – troppo spesso – resta un obiettivo irrealizzato. Così la giustizia sembra talvolta ridursi, da orizzonte di vita decorosa e serena per tutti, a insieme di procedure per risolvere controversie e conflitti. È in questo contesto che è nata l’idea di un appuntamento annuale teso a recuperare la consapevolezza del carattere etico e politico oltre (e prima) che tecnico della questione giustizia. Un appuntamento di giuristi, studiosi, politici, personaggi pubblici di diversa estrazione culturale, finalizzato a mettere in campo, sottoponendole al giudizio dei cittadini, “parole di giustizia”. Un appuntamento da collocare a Spezia, la città di Giuseppe Borrè, grande magistrato e giurista, a cui è intitolata l’Associazione che lo promuove. Dopo aver analizzato, nelle prime edizioni, i “nuovi diritti” e i “diritti negati”, i modelli di governo della società e di tutela (o mancata tutela) dei diritti fondamentali, l’intreccio tra bene comune e beni comuni, il funzionamento in concreto della democrazia e la questione morale, il presente e il futuro dell’Europa, “Parole di giustizia” affronta quest’anno il tema, di straordinaria attualità, della partecipazione dei cittadini alla vita del Paese e della rappresentanza.

Richiedi informazioni

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *